Cosa valutare per acquistare le casse stereo portatili: design, peso, dettagli, costi

Casse portatili

Esistono tanti tipi di casse, ovvero casse da pavimento con supporti o “piedini”, casse che possiamo portare anche con noi e quindi chiamate case portatili.

Le casse portatili sono senza ombra di dubbio quelle maggiormente comprate e utilizzate, spesso vengono acquistate da ragazzi per andare al mare o in giro con amici e portare con se la musica che più ci piace. Ma accade ovviamente anche che possano essere comprate per essere tenute in casa, magari perché comode e posizionabili un po’ ovunque. Inoltre queste casse solitamente sono di materiale di silicone, questo le rende adatte ad essere portate u po’ ovunque. Alcuni modelli sono anche resistenti all’acqua e mi viene in mente il marchio JBL.

Marca JBL: ottimo rapporto qualità-prezzo

A mio parere, per ottenere un buon suono che però non sia troppo esigente, e una buona autonomia della batteria, possiamo sicuramente affidarci, quasi ad occhi chiusi, al marchio JBL.

Questa marca offre dei suoni molto belli, sia bassi che alti, non è di quel potente che sgrana quando il volume si alza solitamente. Le casse portatili di questa marca sono sia piccole che grandi, riguardo queste ultime di solito vengono portate in giro a tracolla attraverso una bretella (se così si può dire) che permette una certa portabilità del dispositivo audio.

Riguardo queste qui ne esistono dei modelli completamente resistenti all’acqua e la cosa è piacevolissima, infatti possiamo nella stagione estiva portarla con amici o in famiglia con noi quando andiamo al mare, o in una piscina, magari privata.

Modello portatile JBL piccolo

C’è un modello portatile di tipo piccolo, che risulta essere il più venduto di recente, la cosa è abbastanza intuibile. Questo modello è piccolo, si tiene quasi in una sola mano grande, il materiale e morbido ma non troppo in quanto in silicone e si protegge bene. Inoltre è bellissima da mettere sulla libreria questa piccola cassa, o comunque sia questo modello di cassa portatile della JBL. Forse il colore rosso potrebbe dare del rumore visivo con oggetti ce potrebbero stare in una libreria, ma non c’è solo questo come colore. Abbiamo anche il nero ad esempio, che è molto elegante e raffinato a suo modo.

La forma inoltre di questo modello proposto dal marchio in analisi, è quadrangolare potremmo dire. I pulsanti solitamente sono presenti sulla parte superiore, e oltre ad avere le impostazioni per alzare o abbassare il volume, si ha anche l’accensione del Bluetooth, in quanto è tramite esso che si collega al nostro cellulare ad esempio. ed infine abbiamo ovviamente il pulsante On ed Off. 

Il fatto che questo modello sia davvero compatto e di dimensioni medie, direi anche piccole, non compromette in nessun modo la qualità dell’audio in uscita. Il suono delle tracce audio è bello nitido, caldo e i bassi si sentono bene alla fine per essere un modello di basso costo. Infatti queste casse della JBL presentano un prezzo di listino davvero basso, ovvero circa 30 euro. Il timbro è ottimo però e se il volume sale le componenti delle tracce musicali non vengono in nessun modo compromesse, anzi. La potenza è alta e risuona benissimo in una stanza di medie dimensioni ed anche grandi.

Il marchio Sony

Per quanto riguarda sempre le casse portatili, ovviamente un marchio che mi sento di consigliare a cuore aperto è sicuramente la Sony, anche se il suo forte sono le casse di grandi dimensioni a pavimento.

Infatti la Sony per quanto riguarda queste casse, propone dei modelli piccoli e davvero molto portabili. Il fatto è che personalmente non amo questo design così ridotto e con l’uscita audio non frontale ma superiore. Il suono in ogni caso esce bene, questo è quello che conta alla fine. Non è affatto male, anche se sui bassi a mio parere perde un poco e il calore del suono del marchio JBl rimane sempre il migliore.

Marca Bose

La Bose risulta sempre nel tempo una delle migliori marche in assoluto, quando dobbiamo comprare qualsiasi dispositivo audio. Questo accade d’altronde anche con la Marshall. Nel caso della Bose il suono in emissione è sempre di una qualità altissima, spesso nei cinema vengono proprio usate le casse della Bose. Quindi detto ciò, verrà facile trarne le conclusioni.

Però è normale che non possiamo metterci in casa delle casse da sala cinema, ma ci sono delle casse a pavimento molto interessanti. Tornando alle casse portatili invece possiamo ben dire che anche qui la Bose non ci delude, magari i prezzi sono più alti e le dimensioni non tanto ridotte come nel caso delle marche citate e presentata poco fa.

Marca Marshall: passato e presente in una cerimonia raffinata

Per quanto riguarda la Marshall invece l’estetica è imbattibili, come anche il suono, io consiglierei queste casse portatili da spostare ma localizzare poi sempre in posti al chiuso. Il design appunto è molto ma davvero molto raffinato, con un che di retrò e affascinante, una sorta di connubio tra passato e presente.

La colorazione che amo è quella sul bianco e ricordo come sulla parte superiore troviamo tasti per regolare volume e non solo, e inoltre possiamo scegliere se applicare o meno delle bretelle diciamo, le quali ci possano permettere di portarle via come si trattasse di una valigetta.

Conclusioni

Queste casse  sono rintracciabili molto tranquillamente e in totale sicurezza su siti online, quali Amazon ad esempio, oppure su siti ufficiali delle aziende produttrici, quindi presso i siti dei vari marchi. Io consiglierei JBL, se vogliamo spendere poco e avere davvero un bel suono e una potenza considerevole.

Se invece siamo disposti a spendere di più allora consiglio sicuramente la marca della Bose e della Marshall, quest’ultima è davvero ottima, senza alcun paragone.

Il prezzo è alto ma nemmeno troppo, posso dire che se abbiamo la disponibilità economica, questa marca merita davvero. Il suono è davvero avvolgente, morbido e mai stridulo sui toni alti quando ad esempio alziamo il volume di molto, anche al massimo. Inoltre questa cassa è come fosse un oggetto da arredamento, vista la sua bellezza. 

Ma sta a voi decidere cosa faccia davvero al caso vostro.

Studentessa universitaria di Filosofia, amante della scrittura, della lettura e di tutto ciò che attiene all’uomo nelle sue varie sfaccettature. Ha lavorato alla correzione di articoli a carattere culinario e scientifico, e all’editing di parte di un testo di natura filosofica.

Back to top
menu
sceltacassestereo.it